Rischi da non sottovalutare per il 2020

compass-2779371_1920

L’appuntamento con le elezioni presidenziali negli Stati Uniti, un potenziale rimbalzo del tasso d’inflazione o un sell off sui titoli tecnologici, rappresentano alcuni dei rischi individuati dal team di ricerca di Natixis per valutare l’ipotetico andamento dei mercati finanziari nel corso dell’anno appena iniziato. Una lista in dieci punti per evitare di farsi trascinare da un eccesso di ottimismo.

1. Il rallentamento della crescita. Sono aumentate le aspettative che la crescita riprenda nei prossimi mesi. Qualora il dato fosse invece deludente, o seguisse un andamento lento, potremmo vedere riaffiorare timori di recessione. Un altro rischio è legato al deterioramento del mercato del lavoro.

2. Commercio. La tregua commerciale tra Stati Uniti e Cina potrebbe rivelarsi fragile, oppure Trump potrebbe aprire un nuovo fronte con l’Europa o con altre aree geografiche. I negoziati tra il Regno Unito e l’UE potrebbero non andare a buon fine data la scadenza ravvicinata.

3. Presidenziali americane. Le prossime elezioni indicheranno la direzione intrapresa da Washington per i prossimi anni e, a seconda del candidato democratico, probabilmente alimenteranno alcune preoccupazioni del mercato.

4. La liquidità sul mercato del credito. La liquidità sui mercati del credito si è fortemente ridotta dopo la crisi finanziaria, mentre il livello di debito ha continuato a crescere negli ultimi anni. Un qualsiasi “incidente” sul mercato del credito potrebbe innescare timori sistemici.

5. Sorprese inflative. L’inflazione è attesa in lieve rialzo, ma una sorpresa significativa potrebbe mettere in discussione l’indirizzo accomodante della Fed e alimentare nervosismo sul mercato.

6. La politica in Europa. I piani di transizione di Angela Merkel in Germania, una fragile coalizione in Italia, le proteste in corso in Francia e le negoziazioni con il Regno Unito potrebbero essere tutti aspetti all’ordine del giorno.

7. Un picco del petrolio. Un aumento dei prezzi del petrolio potrebbe suscitare timori legati alla crescita e influenzare il sentiment di mercato.

8. Un sell off sul tech. La tecnologia è stata uno dei settori trainanti, quindi una perdita dello status di settore leader o timori legati alle pratiche potrebbe avere un impatto su tutti i mercati.

9. Agitazioni sociali. Tensioni sociali si stanno diffondendo in molti Paesi sviluppati e potrebbero avere un impatto sul sentiment di mercato.

10. Tensioni in Medio Oriente. Le tensioni in Medio Oriente covano da tempo. Una brusca escalation e i timori di un intervento militare avrebbero un impatto sulla propensione al rischio.


TOP