Ricchezza globale in calo nel 2018

flying-2891745_1280

Dopo sette anni di crescita ininterrotta, nel 2018 la ricchezza degli High Net Worth Individual, ovvero gli individui che detengono un patrimonio investibile di oltre un milione di dollari, ha segnato una battuta d’arresto. Secondo il World Wealth Report 2019 pubblicato da Capgemini, il patrimonio globale degli Hnwi è diminuito del 3%, che di fatto corrisponde a una perdita di 2.000 miliardi di dollari in tutto il mondo. Le cause principali di questa diminuzione sono state le performance negative dei mercati azionari e il rallentamento economico in alcune regioni chiave.

Primato negativo per l’Asia-Pacifico

Nel 2018 la popolazione e la ricchezza globale degli Hnwi sono diminuite rispettivamente dello 0,3% e del 3%, con il dato più negativo registrato nella regione dell’Asia-Pacifico. L’area rappresenta oltre 1.000 miliardi di dollari del calo complessivo della ricchezza a livello globale, con una riduzione del patrimonio e della popolazione dei milionari pari rispettivamente al 2% e al 5%. La Cina da sola rappresenta oltre la metà (53%) del decremento in Asia-Pacifico e oltre il 25% di quello a livello mondiale.

Se l’Asia piange, il resto del mondo non ride. Il patrimonio degli Hnwi ha infatti riportato una flessione in quasi tutte le regioni: in America Latina è sceso del 4%, in Europa del 3% e in Nord America dell’1%. A rappresentare l’unica eccezione il Medio Oriente, che ha registrato una crescita del 4% della ricchezza dei milionari che, a loro volta, sono saliti del 6% grazie alla forte crescita del Pil e delle performance dei mercati finanziari.

Le perdite più pesanti per i super ricchi

La popolazione degli ultra-Hnwi (ovvero i detentori di patrimoni oltre i 30 milioni di dollari), che rappresentano l’1% degli Hnwi, è diminuita del 4% e i loro patrimoni sono scesi di circa il 6%, un calo che rappresenta il 75% della diminuzione totale dei patrimoni a livello globale. I mid-tier millionaire (i paperoni con un patrimonio tra i 5 e i 30 milioni di dollari) hanno rappresentato il 20% del calo totale. Il segmento dei millionaire-next-door (individui con un patrimonio tra gli 1 e i 5 milioni di dollari, che rappresentano quasi il 90% della popolazione Hnwi) è stato il meno colpito nel 2018, in quanto è stato interessato da una riduzione della ricchezza dello 0,5%. Da questi dati si può dedurre che la diminuzione totale del patrimonio e della popolazione degli Hnwi è stata trainata dai segmenti di popolazione con un patrimonio maggiore.

Preferenza per la liquidità

Rispetto al recente passato gli Hnwi hanno modificato notevolmente la composizione dei loro investimenti: nel primo trimestre del 2019 la liquidità ha superato l’equity, diventando l’asset class più diffusa, rappresentando il 28% del patrimonio finanziario degli Hnwi, mentre l’equity è scesa al secondo posto, a quasi il 26% (con un calo di 5 punti percentuali). La volatilità dei mercati azionari ha stimolato un leggero aumento dell’allocation verso gli investimenti alternativi, che hanno toccato il 13%, con un incremento di 4 punti percentuali rispetto all’anno precedente.


TOP