L’instabilità sui mercati finanziari favorisce l’oro

gold-is-money-2430051_1280

L’interconnessione tra rischi di mercato e crescita economica guideranno la domanda di oro nel corso del 2019, e l’andamento dei prezzi del metallo giallo sarà condizionato da tre fattori chiave: l’instabilità dei mercati finanziari, la politica monetaria e il dollaro statunitense, e le riforme economiche strutturali. E’ questa la view degli esperti del World Gold Council, secondo i quali proprio alla luce di queste premesse l’oro ricoprirà un ruolo sempre più rilevante nei portafogli degli investitori.

Un 2018 sull’altalena

Il prezzo dell’oro ha avuto un andamento altalenante nel corso dell’anno passato, nonostante la domanda nella maggior parte dei settori sia stata robusta.
Per buona parte dell’anno il metallo giallo ha dovuto far fronte a significativi venti contrari. Il dollaro si è rafforzato, la Fed ha continuato nel suo percorso di rialzo dei tassi mentre altre banche centrali sono rimaste accomodanti, e l’economia statunitense ha ricevuto una spinta robusta grazie ai tagli delle tasse voluti dall’amministrazione Trump. Tutti questi fattori hanno alimentato un sentiment positivo tra gli investitori che a sua volta ha spinto al rialzo i prezzi dei titoli azionari Usa, almeno fino all’inizio di ottobre, quando sulla scia dei rischi geopolitici e macroeconomici in aumento, le azioni dei mercati emergenti hanno iniziato a scendere. In seguito il calo ha interessato anche i mercati azionari dei paesi sviluppati, con un sell off guidato dai titoli tecnologici americani. Questo movimento ha portato gli investitori a effettuare operazioni di ricopertura sull’oro, che ha terminato l’anno in recupero con prezzi intorno a 1.280 dollari l’oncia.

Buon potenziale di crescita e rischi in aumento nel 2019

Secondo gli analisti del World Gold Council, molte delle dinamiche che si sono create negli ultimi due anni e i rischi che sono divenuti evidenti a fine 2018 sono destinati a permanere. E con essi, si stanno sviluppando una serie di trend che avranno un ruolo chiave nel determinare la domanda di oro. A loro volta, l’interazione tra questi elementi condizionerà l’andamento del prezzo del metallo giallo, sia nel breve che nel lungo termine.

In sintesi i fattori chiave che influenzeranno l’oro nel breve termine sono, secondo gli esperti, essenzialmente tre:

in primo luogo l’instabilità dei mercati finanziari. L’aumento dell’incertezza e la diffusione di politiche economiche protezionistiche renderanno l’oro sempre più attraente come asset di copertura dei portafogli;

in secondo luogo l’impatto dei tassi e del dollaro. E’ vero che l’oro è penalizzato da tassi di interesse più elevati e dal dollaro forte, ma sono effetti che dovrebbero restare limitati, dato che la Fed ha già annunciato che assumerà una posizione meno aggressiva;

in terzo luogo, le riforme economiche strutturali. La loro implementazione in mercati chiave come quelli di Cina e India continuerà a favorire la domanda di oro nei settori tecnologico e della gioielleria, e come strumento di risparmio;

I trend di lungo termine

Su un orizzonte temporale più ampio, l’oro verrà sostenuto dallo sviluppo della classe media nei mercati emergenti, dalla sua funzione di asset rifugio, e dal sempre più ampio utilizzo nella tecnologia.

Inoltre le Banche centrali stanno continuando ad acquistare oro per diversificare le loro riserve estere e controbilanciare i rischi valutari, in particolare quelle dei mercati emergenti, che tendono ad avere un’esposizione molto elevata ai Treasury statunitensi. Nel 2018 la domanda di oro da parte delle banche centrali è stata la più elevata dal 2015, proprio perché un più ampio gruppo di paesi lo ha aggiunto alle sue riserve estere in un’ottica di diversificazione e salvaguardia.

Più in generale, l’oro è un prezioso asset strategico perché offre agli investitori una fonte di rendimento, una bassa correlazione con le altre asset class, sia nelle fasi di espansione che in quelle recessive, ed è un’attività finanziaria tradizionale, liquida come le altre principali asset class.


TOP