Gli italiani investono con maggior decisione

investimenti

A marzo, le reti attive nella consulenza finanziaria mettono il turbo (ancora una volta…) e registrano un dato di raccolta netta in grande crescita (+26,6%) rispetto al mese precedente, grazie a 4,3 miliardi di euro di net inflows. Dall’ultimo report di Assoreti emerge che le scelte di investimento degli italiani continuano a privilegiare principalmente i prodotti del risparmio gestito sui quali confluiscono risorse nette per 4,5 miliardi di euro (+42,9% rispetto al febbraio scorso), a fronte di disinvestimenti netti complessivi dal comparto amministrato per 186 milioni di euro.

Le scelte degli italiani

La raccolta netta realizzata attraverso la distribuzione diretta di quote dei fondi e delle sicav è, infatti, positiva per 2,6 miliardi di euro (+82,6%). L’exploit coinvolge anche le gestioni collettive di diritto estero (al netto dei fondi di fondi) che evidenziano una raccolta netta complessiva vicina ai 2,4 miliardi di euro (+77,6%), con i fondi chiusi mobiliari fermi a 249 milioni di euro di investimenti netti. Positivo, ma in flessione, il bilancio degli Oicr di diritto italiano (38 milioni di euro). Nel comparto assicurativo i premi netti versati ammontano a 1,3 miliardi di euro (+19,1%): è aumentato nel mese il flusso di risorse nette destinato alle unit linked (646 milioni di euro; +53,3% su febbraio) e delle polizze multiramo (587 milioni di euro; +9,5%), mentre si è ridotto l’investimento netto sui prodotti vita tradizionali (78 milioni di euro; -49,4%). Il saldo delle movimentazioni realizzate sulle gestioni  patrimoniali individuali è di 570 milioni di euro (-4,0%): la flessione è riconducibile alla contrazione della raccolta netta sulle Gpm (239 milioni) solo in parte compensata dall’incremento dei volumi degli investimenti netti sulle Gpf (331 milioni di euro).

I consulenti finanziari guidano le danze

Il contributo mensile delle reti di consulenti finanziari al sistema dei fondi e delle sicav aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si attesta, pertanto, su un ammontare di 4,0 miliardi di euro, pari al 78,6% delle risorse nette totali confluite nel sistema fondi in Italia (5,1 miliardi di euro).

La top five e il fenomeno concentrazione

Nei primi tre mesi del 2017 le reti di consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede aderenti ad Assoreti hanno segnato una raccolta netta di 10,04 miliardi, con il gestito a farla da padrone grazie a 9,43 miliardi di nuovi afflussi.  A livello di singole reti, a farla da padrone sul fronte della raccolta netta 2017 è il gruppo Fideuram. Nel periodo gennaio-marzo del nuovo anno, infatti, la società guidata dall’amministratore delegato e direttore generale, Paolo Molesini, ha realizzato nuovi afflussi per 2,21 miliardi di euro, divisi tra Intesa Sanpaolo Private Banking (962,43 milioni), Fideuram (930,16 milioni) e Sanpaolo Invest (321,03 milioni). Segue a una certa distanza Banca Generali (1,84 miliardi), mentre il terzo gradino del podio è appannaggio di Allianz Bank Financial Advisors (1,29 miliardi). Si posizionano, invece, al quarto e al quinto posto FinecoBank e Azimut Capital Management, che hanno realizzato nei primi tre mesi del 2017 afflussi netti, rispettivamente, per 1,24 e 1,16 miliardi di euro. Fuori dalla top five, ma sempre nel ristrettissimo club delle reti miliardarie del 2017, troviamo Banca Mediolanum con 1,09 miliardi di euro di raccolta netta nel primo trimestre dell’anno. Dal report annuale di Assoreti, appena pubblicato, emerge che a fine 2016 le prime cinque società di consulenza detenevano il 71,4% del patrimonio complessivo del settore, con un sostanziale allineamento ai livelli di concentrazione riscontrati nel 2015 (71,8%) e una contrazione superiore ai tre punti percentuali rispetto a quanto osservato a fine 2012 (74,7%). Estendendo il calcolo alle prime sette società, l’indice di concentrazione, essenzialmente invariato rispetto all’anno precedente, segna, invece, un incremento di poco inferiore al punto percentuale rispetto al 2012.

Vice direttore di Fondi&Sicav, il mensile dedicato all'industria del risparmio gestito e della consulenza finanziaria


TOP