Etf, nuovi record per l’industria europea

target-1551521_1920

Secondo le elaborazioni di ETFGI, istituto di ricerca indipendente che analizza il mercato degli exchange-traded product, gli asset investiti in Etf ed Etp a livello globale hanno raggiunto nel mese di luglio un nuovo record storico, attestandosi a 5.740 miliardi di dollari. Trend di crescita che si conferma anche in Europa, dove l’industria degli strumenti a replica ha raggiunto il record assoluto di sempre, raggiungendo quota 910,34 miliardi di dollari. Un dato su tutti mette in evidenza l’ottimo stato di salute del mercato europeo: sono 58 mesi consecutivi che si registrano flussi positivi nei prodotti quotati nel Vecchio continente.

Prevale l’appetito per il rischio

Nel settimo mese dell’anno il mercato europeo degli Etf ha raccolto 15,2 miliardi di euro, un record storico, che porta il bilancio da inizio 2019 a 50,2 miliardi. Come emerge dall’analisi dei flussi europei elaborata da Lyxor, tutte le asset class hanno registrato afflussi positivi, evento piuttosto raro. In particolare, va segnalata l’ottima performance degli Etf azionari, che hanno raccolto 6,6 miliardi di euro, di cui 4,1 miliardi si sono riversati negli strumenti sull’azionario globale. Anche l’azionario dei Paesi sviluppati ha visto un bel rimbalzo: dopo otto mesi consecutivi di deflussi, per un totale di 13,4 miliardi di euro di disinvestimenti, il mese di luglio ha visto tornare il segno più, con una raccolta pari a 622 milioni di euro.

L’altro dato rilevante di luglio è stato il proseguimento della ricerca del rendimento in un contesto caratterizzato da tassi di interesse molto bassi. In particolare i corporate bond (sia Investment Grade che High Yield) sono stati al centro dell’attenzione degli investitori. Queste strategie hanno infatti raccolto rispettivamente 1,2 miliardi e 1,7 miliardi di euro. Anche gli Etf sul debito emergente hanno registrato una raccolta robusta, con afflussi per 1,4 miliardi di euro per via della prospettiva di un abbassamento dei tassi d’interesse statunitensi. Complessivamente, gli Etf obbligazionari hanno registrato nuovi afflussi per 5,6 miliardi di euro.

Bene Etf Smart Beta e Esg

E’ proseguito il trend positivo dei flussi verso gli Etf Smart Beta, che nel mese di luglio hanno visto investimenti netti per 771 milioni di euro, portando a 5,5 miliardi di euro la raccolta da inizio anno. Le strategie premiate dagli investitori sono state quelle Minimum Volatility e Minimum Variance, nelle quali complessivamente si sono riversati flussi per 400 milioni di euro.

Gli Etf Esg sono stati nuovamente una delle migliori categorie in termini di afflussi. Questi Etf hanno infatti messo a segno il miglior mese di sempre con 1,8 miliardi di euro di afflussi, guidati da strategie con esposizione ampia.

Infine, è tornato positivo il bilancio anche per gli Etf sulle materie prime, che da inizio anno registrano afflussi netti per 103 milioni di euro, grazie alla raccolta record pari a 403 milioni registrata nel mese di luglio.


TOP